Erwinia amylovora

Nel periodo compreso tra il 20 marzo e il 30 giugno 2017, è VIETATA la movimentazione degli alveari ubicati nell’intero territorio delle province di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Ravenna, Reggio Emilia e Rimini verso territori riconosciuti indenni da Erwinia amylovora.
E’ vietata, nel periodo compreso tra il 20 marzo e il 30 giugno 2017, la movimentazione degli alveari ubicati all’interno delle “zone di sicurezza” delle province di Parma e Piacenza verso territori riconosciuti indenni da Erwinia amylovora (zone protette), fatto salvo quanto disposto nel successivo punto 4);
E’ consentito lo spostamento degli alveari, nel periodo compreso tra il 20 mar zo e il 30 giugno 2017, previa l’adozione delle misure di quarantena riportate nel successivo punto 5), ubicati nei territori citati ai punti 2) e 3) verso zone ufficialmente indenni da Erwinia amylovora (zone protette) che, per quanto
riguarda l’Italia, sono le seguenti:
Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, (province di Parma e Piacenza), Lazio, Liguria, Lombardia (escluse le province di Milano, Mantova, Sondrio e Varese), Marche, Molise, Piemonte (eccetto i comuni di Busca, Centallo e Tarantasca nella provincia di Cuneo), Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto (escluse le province di Rovigo e Venezia, i comuni di Barbona,
Boara Pisani, Castelbaldo, Masi, Piacenza d’Adige, S. Urbano e Vescovana nella provincia di Padova e la zona situata a sud dell’autostrada A4 nella provincia di Verona)
Le misure di quarantena consistono nel mantenere gli alveari chiusi per 48 ore, fino al momento della loro collocazione nella nuova postazione; la durata della clausura può essere ridotta a 24 ore qualora ogni alveare sia sottoposto, prima della chiusura, a un trattamento antivarroa a base di un farmaco veterinario autorizzato, contenente quale principio attivo l’acido ossalico;
Scarica l’ordinanza